Per la società di trasporti britannica Arriva, che dispone di 4000 autobus, Parkeon ha completato il collaudo di una tecnologia di emissione di biglietti intelligente e compatibile con il sistema satellitare ITSO. Ciò rappresenta una tappa fondamentale per le società dei trasporti che intendono mettere in pratica sistemi di pagamento e di informazione innovativi.

L’investimento di Arriva nella piattaforma “Wayfarer200” – e il suo sistema di back-office “Hops – ha fortemente messo in luce l’azienda, non solo per la diffusione dei sistemi ITSO in tutto il Paese, ma anche per il soddisfacimento delle aspirazioni della “generazione mobile”, per cui il “Mobile-ticket” (il biglietto elettronico) è la modalità di pagamento preferita.

Gli ingegneri Parkeon sono convinti che il sistema “Wayfarer200 sarà destinato a elaborare la comunicazione NFC e i pagamenti EMV: il fatto che quasi 10 milioni di clienti Arriva abbiano già viaggiato con “M-ticket”, dimostra che i biglietti elettronici sono rapidamente in crescita.

Mike Woodhouse, direttore commerciale di UK-Arriva-Bus, ha dichiarato: “Questo settore sta cambiando rapidamente: il nostro investimento nelle tecnologie proposte da Parkeon è un elemento chiave per sostenere l’emissione di biglietti elettronici e sistemi innovativi di informazione che noi contiamo di poter inaugurare molto presto”.

“L’M-commerce diventerà sempre più importante per le società dei trasporti; in futuro sempre più viaggiatori faranno esperienza dei vantaggi della tecnologia contact-less: sicurezza, affidabilità e praticità”.

Arriva beneficia di una posizione di leadership per la capacità di offrire ai clienti esattamente le loro modalità di pagamento preferite: telefono cellulare, carte magnetiche, contanti…

Una delle ultime novità è lo sviluppo di un sistema di carte magnetiche emesse da Parkeon in collaborazione con le università e i collegi dell’Inghilterra nord-occidentale e del Galles. Per le tessere studenti, la società Arriva si avvale della tecnologia delle smart-card di Parkeon, nelle quali sono incorporati anche un chip e un’antenna.

La piattaforma “Wayfarer200 elabora i processi di pagamento con le modalità consuete; inoltre, i dati raccolti consentono ad Arriva di costituire una “lista-nera” che le consente di fronteggiare i tentativi di frode: questo non può che migliorare la reputazione di questa società.

Continua Mike Woodhouse: “A livello locale questo significa che siamo in grado di ottenere dati precisi sull’utilizzo dei servizi pubblici e sulle abitudini di spostamento degli studenti: questo è fondamentale per pianificare gli itinerari e per sostenere la nostra battaglia in favore dell’introduzione di biglietti stagionali legati al calendario accademico”.

Utilizzando la stessa tecnologia delle smart-card di Parkeon, l’Arriva-Connect-Smart-Card è stata appena lanciata sulle nuove linee autobus Luton e Dunstable: per incoraggiare i residenti a utilizzare i mezzi pubblici. Con un’iniziativa sperimentale sono state consegnate loro le nuove carte magnetiche.

Gavin Trimnell, direttore delle vendite di Parkeon-UK, ha commentato: “Arriva è all’avanguardia nel lancio delle smart-card in Gran Bretagna; Parkeon sta facendo la sua parte non solo nel collaudo degli schemi ITSO in tutto il paese, ma anche nell’incoraggiamento dell’utilizzo dei Mobile-Ticket”.

La piattaforma “Wayfarer200” rappresenta la quarta generazione di una tecnologia promossa da Parkeon che Arriva adotta già dagli inizi degli anni Ottanta.