Qualsiasi sistema di parcheggio efficiente deve essere anzitutto pratico. “Whoosh!”, il nuovo sistema di pagamento tramite cellulare, è di massima semplicità. Diverse città francesi l’hanno già adottato: Cannes, Compiègne, Gravelines, Honfleur, Le Touquet, Saint-Émilion e Saumur.

Nel Regno Unito, “Whoosh!” è stato lanciato nella primavera del 2013 e attualmente è in funzione in 32 località di tutto il paese. Molti dei parcometri che installano il servizio “Whoosh!” sono gestiti dalla società Local Parking Security (LPS), con sede nella contea di Warwickshire. Grazie a LPS, “Whoosh!” è anche attivo nei Premier Inn Hotel, la catena alberghiera più nota nell’UK. Secondo LPS, uno dei punti di forza di “Whoosh!” è la possibilità di poter attivare il servizio con un preavviso di 24h.

Gli utenti di “Whoosh!” possono pagare il loro parcheggio tramite l’apposita App per smartphone oppure attraverso il sito web dedicato. Un messaggio di avviso può essere inviato allo scadere del tempo di parcheggio: se lo desiderano, quindi, gli automobilisti possono estendere il loro pagamento senza doversi recare al veicolo. Questo servizio permette un maggiore rispetto delle regole e delle tariffe di parcheggio, con una migliore soddisfazione dei clienti che potranno così evitare le contravvenzioni.

“Whoosh!” semplifica la vita degli agenti municipali e degli operatori di parcheggio. Tutte le transazioni effettuate tramite “Woosh!” vengono registrate nel server “myParkfolio” unitamente ai pagamenti effettuati direttamente sul parcometro. Il controllo, quindi, è molto semplice: grazie all’interfaccia web fornita da Parkeon, i veicoli in infrazione sono rapidamente identificabili.

Il prossimo passo è di lanciare “Whoosh!” anche negli Stati Uniti all’inizio del 2014. Stay tuned!